Inutilità della bellezza

E ‘ forse l’inutilità la specificità determinante della bellezza? Il fatto che a ciò che giudichiamo bello non possiamo attribuire un particolare fine. Libertà assoluta? Nessuna costrizione a un profitto o a un dovere?
O questa è l’arte? Ma non verrebbe a coincidere con il caos, la mancanza di regole? Ma chi stabilisce che cosa sia il caos, il disordine: non potrebbe esso dipendere da un diverso concetto di ordine fuori dalle nostre leggi metriche? O logiche?
Il logos acquisisce senso nella mente dell’uomo, perché è lui che ne detta le regole.
L’inutilità della bellezza, come dell’arte, é qualcosa che ci solleva dal meccanismo della natura evolutiva.

This entry was posted in Nessuna. Bookmark the permalink.

Rispondi